APE

Risparmio Energetico, Detrazioni Fiscali, Ape...sono diventati tutti termini all' ordine del giorno da quando le direttive europee in campo energetico sono state attuate da leggi nazionali e regolamenti regionali. 
Un progetto architettonico sia esso una nuova costruzione o una ristrutturazione deve necessariamente confrontarsi e "crescere" sinergicamente con i requisiti minimi che oggi la normativa in questo settore impone, al fine di educare ed orientare l'utente finale verso la scelta di edifici e soluzioni meno energivore possibili per il benessere proprio, della comunità e dell' ambiente.

Il 1° ottobre 2015 è entrato  in vigore il nuovo APE Unico per tutto il territorio nazionale (salvo poche eccezioni). Devi vendere o affittare il tuo immobile? Ecco di che cosa avrai bisogno:



In campo energetico possiamo offrirti un supporto anche in questi ambiti:
  • STUDIO INTERVENTI MIGLIORATIVI POSSIBILI SULL' EDIFICIO ACCOMPAGNATI DALL'ANALISI ECONOMICA PER L'INDIVIDUAZIONE DEL MIGLIO INTERVENTO IN TERMINI DI COSTI BENEFICI 
E' possibile che tu stia pensando di riqualificare il tuo immobile, ma non sai bene quale intervento migliorativo sarebbe il più indicato in termini di costi/benefici? Indubbiamente, attraverso uno studio sul modello della tua abitazione, simulando scenari diversi, dopo aver individuato dell' aspetto meno performante dell' immobile, saremo in grado di darti delle risposte per ottenere dei risultati concreti in termini di risparmio energetico. 
  • VALUTAZIONE DEL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI (ex L.10/91)
Questa relazione è richiesta dalla normativa di settore in tutti i casi di riqualificazione energetica che si intendono intraprendere, essa rappresenta uno strumento per valutare il contenimento del consumo energetico di un immobile, e/o il confronto dei requisiti minimi di legge rispetto agli elementi opachi e trasparenti sui quali si intende operare. 
  • DETRAZIONI FISCALI

Con la legge di bilancio 2017 (legge n. 232 dell'11 dicembre 2016) è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E’ prorogato fino al 31 dicembre 2017 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10mila euro per l'acquisto di mobili. E' stata inoltre introdotta, per il periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, una detrazione d'imposta del 50% per le spese sostenute per l'adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1,2 e 3).Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2017, per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità. Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.